Categoria: Notizie

Come fare porno – Guida per principianti alla realizzazione di materiale pornografico

La realizzazione di film porno fatti in casa può essere un modo eccitante e intimo per ampliare le vostre avventure sessuali. Sia che il vostro obiettivo sia quello di fare soldi o semplicemente di divertirvi in modo sconcio, questo articolo vi mostrerà come filmare contenuti casalinghi e vaporosi.

Iniziate conducendo una ricerca preliminare online. Selezionate diverse clip porno che riflettono lo stile e le vibrazioni che desiderate per il vostro storyboard, quindi iniziate a pianificarlo nei dettagli.

1. Scegliere una nicchia

La creazione di un sito porno richiede notevoli costi iniziali, dalla registrazione del dominio al pagamento dell’hosting, fino alla ricerca di un provider con spazio e larghezza di banda sufficienti per i siti per adulti.

Dopo aver scelto il tipo di porno che preferite, il passo successivo è decidere come distribuirlo. Esistono diversi canali, siti di camme e siti di membership tra cui scegliere.

Le pornostar amatoriali di solito iniziano la loro carriera sui siti di camme, che forniscono una piattaforma efficace per costruire un pubblico e guadagnare gettoni. Purtroppo, molti siti di camme prendono una parte sostanziale dei guadagni come commissione. Per evitare questa seccatura e trattenere tutti i profitti per sé, molti scelgono di creare il proprio sito web, anche se questo comporta l’assunzione di maggiori responsabilità e può essere scoraggiante all’inizio.

2. Procuratevi una buona fotocamera

Una videocamera efficace è fondamentale per creare video porno di qualità, da quelli realizzati per il web o i social media agli spot pubblicitari e ai video sexy per programmi televisivi e film. Una fotocamera di qualità dovrebbe essere dotata di un elevato numero di fotogrammi, capacità di messa a fuoco automatica e resistenza all’acqua: caratteristiche che faranno brillare i vostri video porno! Quando si investe in una videocamera in grado di migliorare l’aspetto dei video porno, è essenziale tenere a mente queste considerazioni prima di investire.

Se voi e il vostro partner condividete un feticcio come il cambio del pannolino (BDSM), catturarlo su nastro può essere estremamente erotico. Anche i preliminari possono essere usati per spingere i bottoni; provate a stuzzicare i capezzoli o il clitoride con qualche dolce bacio, per stimolarli ulteriormente.

Per elevare le vostre produzioni al livello successivo, investite in una fotocamera DSLR dotata di funzionalità video. Hanno una qualità d’immagine superiore a quella della maggior parte degli smartphone e funzionano efficacemente anche in situazioni di scarsa illuminazione; tuttavia, un microfono esterno potrebbe essere utile per non captare suoni indesiderati come il cigolio della struttura del letto o i passi durante le riprese.

3. Mantenere un programma

Mantenere un programma di riprese quando si realizzano video porno fatti in casa è di estrema importanza. Assicuratevi di dedicare un po’ di tempo alla pianificazione e allo storyboarding delle scene, in modo da avere una visione precisa dell’obiettivo che vi siete prefissati – questo può anche aggiungere divertimento e rendere l’intero processo di produzione di materiale pornografico più eccitante!

Ad esempio, quando si filma una scena intensa come il BDSM o il bondage, o qualsiasi altra scena che tocchi da vicino, discuterne in anticipo con il partner può essere molto sensuale e appagante. Quando si creano media pornografici, è importante tenere a mente che la pornografia va oltre gli incontri sessuali: si tratta anche di creare mondi di fantasia e di lavorare insieme su feticismi condivisi, creando un’esperienza che è sia terapeutica che di legame in sé.

4. Promuovere i contenuti

La produzione di film per adulti può essere un’impresa impegnativa, con i suoi severi requisiti legali e le sue tentazioni. Ma con dedizione, perseveranza e duro lavoro potrete realizzare la vostra ambizione di diventare registi per adulti!

Il primo passo è la creazione del vostro marchio. Scegliete un nome accattivante che sia facile da ricordare per i fan e pensate a come dovrebbero percepirvi; la creazione di personaggi può anche aiutare a incrementare le vendite del porno.

Una volta stabilito il vostro marchio, potete iniziare a vendere contenuti su varie piattaforme. La maggior parte dei pornografi inizia a vendere su siti di cam per guadagnare gettoni; tuttavia, esistono anche piattaforme premium che consentono ai registi di condividere i film con i fan a fronte di un canone mensile; l’ideale sarebbe che una di queste fosse conforme alla normativa 2257.

5. Fate pagare i vostri contenuti

La pornografia può essere un’impresa lucrosa e redditizia, ma il suo processo può essere intricato e il suo settore molto stigmatizzato. Tuttavia, con la mentalità e il piano adeguati, gli sforzi di produzione di video per adulti possono avere successo.

Indipendentemente dal fatto che stiate realizzando voi stessi dei video porno amatoriali o che li carichiate su piattaforme come Pornhub e XVideos, una promozione adeguata porterà traffico ai vostri contenuti e potenzialmente aumenterà i guadagni.

Per raggiungere questo obiettivo, è necessario affermare il proprio contenuto porno come un marchio. Una strategia efficace per farlo è la creazione di un sito web con un tema per adulti progettato specificamente per la pornografia e facile da usare – personalizzandolo ulteriormente per soddisfare le vostre esigenze specifiche! Non dimenticatevi però delle ripercussioni legali legate all’avvio di un’attività di questo tipo!

6. Utilizzare più piattaforme

Modelhub, ad esempio, consente alle modelle amatoriali di vendere facilmente i loro video porno fatti in casa. Gli utenti possono monetizzare e guadagnare l’80% delle entrate generate. Inoltre, questa piattaforma aiuta a promuovere i contenuti sui social network per una maggiore esposizione.

Il porno fatto in casa può essere molto soddisfacente sia per chi lo crea che per chi lo guarda, ma richiede investimenti in buone attrezzature, illuminazione e servizi di editing per offrire un’esperienza video divertente agli spettatori.

Anche la pianificazione e lo storyboarding sono passi fondamentali per raggiungere i risultati desiderati e creare coesione nella produzione, oltre a facilitare la ricerca di attrezzature adeguate.

7. Fate le vostre ricerche

Prima di vendere porno fatti in casa online, è necessario compiere alcuni passi essenziali. Il primo e più importante è trovare e registrare un nome di dominio attraverso un registrar; poi bisogna assicurarsi che il sito web sia ottimizzato per i dispositivi mobili.

La ricerca del mercato di riferimento può anche aiutare a determinare il tipo di contenuto da creare e l’attrezzatura necessaria (ad esempio, treppiede o pompino);

Il porno amatoriale è spesso più realistico e relazionabile rispetto ai contenuti professionali; ad esempio, i video fatti in casa con scene orgasmiche. Inoltre, il materiale amatoriale offre a molte persone qualcosa che trovano desiderabile nella pornografia.

8. Stabilite un prezzo per i vostri contenuti

Se siete abbastanza sicuri di voi stessi da posare nudi per una telecamera e possedete l’aspetto desiderato, la creazione di contenuti porno potrebbe diventare redditizia per voi. Anche se all’inizio questo lavoro può sembrare impegnativo, una volta che ci si è ambientati può diventare gratificante, una volta che si è imparato a stabilire il prezzo per ogni contenuto prodotto. Fate una ricerca accurata per stabilire un prezzo che soddisfi le esigenze vostre e del pubblico di riferimento.

Molte modelle porno amatoriali iniziano iscrivendosi a siti di camme come Chaturbate. Una volta guadagnati follower e gettoni, molti passano alla creazione di un proprio sito web; ciò consente un maggiore potenziale di guadagno; inoltre, è possibile vendere i video ai siti web in abbonamento!

9. Utilizzare i subreddit

Reddit rende la creazione di subreddit un processo semplice e diretto. Una volta scelto il nome, si può facilmente decidere se la comunità deve essere aperta o privata; e anche renderla NSFW in modo che solo gli utenti di Reddit di età superiore ai 18 anni possano visualizzarne il contenuto. Una volta presa questa decisione, un semplice modulo web vi permetterà di formularla!

Tenete presente che il nome che sceglierete rimarrà con voi per sempre, quindi scegliete qualcosa di lunghezza compresa tra 3 e 21 caratteri. È inoltre opportuno evitare qualsiasi parola coperta da marchio o caratteri speciali come i trattini bassi. Potete promuovere il vostro subreddit pubblicando i link nelle comunità ad esso correlate, come r/newreddits.

10. Utilizzare i social media

L’industria della pornografia è un business enorme che non mostra segni di rallentamento. Grazie alla tecnologia e a Internet, la sua popolarità ha continuato a crescere nel tempo. Molti individui possono persino produrre i propri video a casa per la pornografia etica, fornendo rappresentazioni più realistiche della sessualità.

Se volete elevare la vostra produzione di video pornografici fatti in casa, la promozione online è fondamentale. Questo può essere fatto sia attraverso i social media sia assumendo un’agenzia di marketing dedicata al marketing pornografico, che sa come indirizzare il pubblico verso la visione dei video da parte degli individui giusti – costruendo il riconoscimento del marchio e aumentando le vendite attraverso l’ottimizzazione dei motori di ricerca e le tattiche dei social media, oltre ad altri mezzi.

Il fascino dell’Italia per l’Hentai

L’anime è diventato una pietra di paragone culturale iconica in Italia, ispirando generazioni di giovani a conoscere la cultura giapponese e creare opere basate su di essa, tra cui registi, musicisti e graphic novelist. Inoltre, gli anime forniscono agli italiani un senso di comunità condividendo il loro amore per questo mezzo attraverso fan art e altri mezzi.

L’Italia è ben nota per il suo diffuso fascino per gli anime; tuttavia, alcuni politici hanno persino vietato molti spettacoli, ritenendoli “porno per bambini”. Ma altri abbracciano gli anime come un modo efficace per conoscere meglio il ricco patrimonio e la storia del Giappone.

A causa della sua immensa popolarità, la fan convention di Anime Saturn si è svolta a Milano. Questo evento attira visitatori da tutto il mondo e ha avuto un impatto economico positivo su Milano; inoltre, ha aumentato il turismo in Italia poiché più persone visitano specificamente per provare gli anime.

L’anime è un genere altamente flessibile che fa appello a un pubblico di tutte le età e background. Inoltre, l’anime offre una scelta di hobby ideale: il suo rapido processo di apprendimento può fornire ore di divertimento aiutando nuove persone a incontrarsi.

Non importa il tuo genere preferito – lettura di manga o visione di anime – è probabile che tu abbia visto alcuni video hentai davvero assurdi. Di recente, una riunione parlamentare virtuale italiana è stata interrotta da un film porno con il personaggio di Final Fantasy Tifa Lockhart che ha rapporti sessuali. Questo incidente degno di nota si è verificato poco prima di presentare il vincitore del premio Nobel Dr. Alfred van Loon al pubblico della riunione!

La pandemia di COVID-19 ha costretto le persone di tutto il mondo a restare a casa

La crescente domanda di titoli manga e anime, che ha portato al loro enorme aumento di popolarità negli ultimi mesi, ha portato anche a nuove comunità online e merchandising di famosi titoli anime!

Le persone tra i 20, i 30 o i 40 anni che sono stati accaniti fan degli anime possono raccontare i primi ricordi di aver noleggiato nastri VHS in negozi di video specializzati o scambiato copie bootleg di anime classici come Speed Racer e Gundam da distributori bootleg come le copie bootleg sono condivise tra di loro – come noleggiare VHS di Dirty Pair a Hollywood Video. Ma c’è un paese occidentale in cui gli anime si sono affermati molto prima di arrivare sugli scaffali dei negozi: l’Italia.

L’anime ha conosciuto per la prima volta una popolarità diffusa durante l’espansione economica del Giappone negli anni ’70. Ciò ha consentito l’acquisto di diritti di trasmissione per serie straniere a costi ridotti e ha consentito agli italiani di importare anime e altri prodotti giapponesi più convenienti.

Il manga è diventato rapidamente estremamente popolare in tutta Italia e in altre parti d’Europa, diventando il secondo mercato più grande per i manga dopo il Giappone. Anche se la maggior parte degli europei legge i manga in inglese, molti preferiscono leggerli nella loro lingua madre.

Quando creano personaggi per un anime, molti animatori guardano alla cultura del loro paese natale come una fonte inestimabile di idee per la storia. L’Italia fornisce molto materiale da cui gli animatori possono attingere.

Molti amati personaggi di anime e manga italiani si ispirano a personaggi storici della vita reale o stereotipi nazionali, come Giorno di Le bizzarre avventure di Jojo, che usa la sua forza per superare le sue debolezze e sconfiggere i nemici – uno dei personaggi degli anime italiani più conosciuti e amati mai!

Uno dei motivi per cui l’anime è diventato una forma d’arte così amata in Italia è l’accuratezza con cui rappresenta la loro vibrante cultura: arte, musica e cibo sono tutti presenti in primo piano nelle serie di anime che sono popolari lì.

Anime e manga sono estremamente popolari non solo in Italia ma anche a livello globale

Ora ci sono oltre un miliardo di lettori di manga in tutto il mondo; anche gli smartphone svolgono un ruolo fondamentale nell’aiutare l’industria dei manga ad espandersi ulteriormente.

La pornografia di anime e manga si riferisce ai contenuti trovati in anime e manga che includono materiale sessualmente esplicito. Questo genere di intrattenimento è generalmente noto come hentai in Giappone; il suo nome deriva da “desiderio sessuale anormale”. Sfortunatamente, traduzioni imprecise hanno portato i fan occidentali a pensare che hentai significhi tutte le forme di media pornografici, ben lungi dalla definizione prevista in Giappone.

Qualcuno ha recentemente fatto notizia quando ha trasmesso in streaming un video inaspettato che mostrava Tifa di Final Fantasy VII Remake avere incontri sessuali con un uomo senza nome utilizzando Unreal Engine, portando a una significativa copertura mediatica, discussioni e meme nel 2022.

Di recente, si è discusso molto dell’hentai ita. Mentre alcuni lo considerano arte o sfruttamento dei minori, altri lo considerano sicuro se guardato in privato e non include scene esplicite.

Mentre alcuni potrebbero dire che l’hentai non è di per sé pornografico, altri non sono d’accordo. Hentai può riferirsi a varie cose, come anime o feticci; la sua definizione rimane nebulosa al riguardo; ad esempio, può descrivere l’uno o l’altro a seconda del contesto e degli sforzi di marketing nei paesi occidentali; può persino riferirsi a qualcosa di perverso o sessualizzato!

La popolarità di Yuri On Ice sui social media e sulle comunità di gioco rende questo genere particolarmente avvincente. Più persone guardano anime e manga ora che mai su telefoni cellulari e tablet, e la sua tendenza dovrebbe aumentare ulteriormente con le nuove uscite di anime/manga hentai. Fate Kaleid Liner Prisma presenta ragazze magiche di Fate/Stay Night come ragazze magiche, un’altra popolare serie hentai che descrive il sesso lesbico come questo genere. Yuri On Ice è un altro esempio di spicco particolarmente apprezzato dai social media e dalle comunità di gioco!

L’industria del gioco in Italia si sta espandendo rapidamente

Nel 2020, il suo mercato dei giochi ha guadagnato oltre 1,8 miliardi di dollari e vantava una delle comunità di gioco più grandi al mondo – secondo uno studio di IIDEA, circa il 40% degli italiani gioca ai videogiochi almeno una volta alla settimana mentre la metà guarda almeno una volta alla settimana eventi di eSport – mostrando un forte interesse per il gioco da parte dei cittadini italiani, nonché di molti importanti sviluppatori e studi di gioco situati all’interno dei suoi confini.

La cultura del gioco italiana ha visto un aumento dell’interesse per imparare a sviluppare videogiochi, portando a un aumento di coloro che sono interessati ad acquistarli. Ci sono una varietà di risorse online per principianti che offrono formazione su questa abilità: alcune possono essere gratuite, mentre altre richiedono un abbonamento. Il successo in questo settore si riduce alla ricerca di un equilibrio tra lo sviluppo di videogiochi e il rilassamento del cervello impegnandosi in altre attività al di fuori dello schermo.

Mentre l’industria dei giochi in Italia sta progredendo, rimangono diversi ostacoli. Innanzitutto è il suo mercato più piccolo rispetto ai mercati di gioco del Regno Unito o degli Stati Uniti; in secondo luogo, deve migliorare la comprensione di questo settore da parte degli investitori istituzionali che non investono per mancanza di supporto e investimento da parte loro.

Attrarre giovani talenti nel settore rimane una sfida scoraggiante. Esistono varie misure per promuovere contenuti appropriati e un ambiente di lavoro sicuro. Inoltre, la comprensione delle esigenze del pubblico e la creazione di giochi di qualità che le soddisfino sono fondamentali per il successo.

Con il crescente interesse dell’Italia per i giochi, sempre più aziende stanno entrando nel mercato e offrono ai giocatori tecnologie innovative come la realtà virtuale e le esperienze di realtà mista. Queste tecnologie creeranno nuove opportunità nei giochi fornendo al contempo esperienze di gioco più sicure e divertenti per gli utenti, creando di conseguenza esperienze di gioco coinvolgenti, sociali e interattive per i giocatori.

3 ex attori porno che ora sono pastori

Sappiamo tutti che l’industria della pornografia è sempre stata bersaglio di critiche e accuse a causa di molte credenze religiose e miti che si sono diffusi nella società. Tuttavia oggi grazie a internet e ai social network abbiamo accesso a informazioni di prima mano, cioè attori e operatori del settore ci hanno aiutato a chiarire alcuni miti e alcune credenze negative che si tende ad avere sul porno. Grazie alle testimonianze di molti attori possiamo sapere che lavorare nei film per adulti è come qualsiasi altro lavoro, ha i suoi vantaggi e svantaggi.

Le opinioni sono contrastanti, poiché ci sono molti attori e attrici che affermano che l’industria è molto lucrativa e sono grati per le opportunità che hanno trovato in questa occupazione, e non hanno dovuto affrontare effetti negativi quando hanno lasciato l’industria. Tuttavia, ci sono anche altri attori che non sono stati così fortunati, sostenendo che hanno affrontato problemi di bassa autostima, depressione, tossicodipendenza, ansia, tra gli altri.

Ogni persona colpita ha il proprio modo di affrontare questi problemi, ma ci sono molti che hanno trovato nella religione cristiana un rifugio per sentire la pace e avere la forza di lasciare l’industria e ricostruire la propria vita, nonostante i molti giudizi negativi che possono avere coloro che conoscono il loro passato. Oggi vogliamo condividere con voi 3 ex attori porno che ora sono pastori cristiani.

1- Joshua Broome. Prima di diventare pastore, Joshua ha costruito una carriera fruttuosa e di successo nel mondo del porno. Meno di dieci anni fa, l’ex attore ha vinto un premio per la –“Migliore performance maschile dell’anno”. Dopo cinque anni di riprese di video per adulti, la bruna è ora un pastore che si aggrappa a Cristo ed è contro la pornografia. Nei suoi ultimi anni di lavoro, l’attore ha iniziato a sperimentare la depressione e pensieri suicidi, ma un giorno in palestra ha incontrato un amico che gli ha parlato di Cristo ed è allora che ha deciso di cambiare il suo stile di vita. Broome è ora sposato e ha una figlia. 

2- Brittni Ruiz (Jenna Presley). La storia di questa americana è molto simile a quella di Joshua, anche se è stata meno fortunata, dato che l’inizio della sua sfortuna fu dovuto al fatto che aveva contratto la gonorrea. Poi, i produttori hanno cominciato a pretendere che perdesse peso, il che l’ha portata all’anoressia. Alla fine, il suo tempo nell’industria ha preso un pedaggio sulla sua salute e quando i pensieri di togliersi la vita erano nella sua mente, Ruiz ha deciso di chiamare sua nonna che l’ha portata in una chiesa. Da quel momento, l’ex attrice porno, che guadagnava 30.000 dollari al mese e girava più di 300 film video porno per adulti, ha iniziato una pulizia spirituale che l’ha portata a diventare predicatrice in una chiesa. Nel 2016 l’attrice ha sposato il pastore Richard de la Mora e nel 2019 hanno avuto un figlio.

3- Crissy Outlaw. Questa attrice americana ha iniziato nel mondo del porno nel 1999. Dopo aver lavorato per 6 anni con più di 5 famose case di produzione, l’ex attrice ha deciso di dare la sua vita a Cristo nel 2006. Crissy ha dichiarato in numerose occasioni che l’industria che una volta era il suo sostentamento lascia molte ferite e oggi vuole aiutare altre donne che vogliono uscire dalla pornografia. La sua storia è stata raccontata in pubblicazioni, film, documentari e persino su Netflix. Morán, un cognome che ha adottato qualche tempo fa per cercare invano di cancellare il suo passato, condivide anche la sua storia nelle università e nelle chiese.

Inoltre, due dei nomi più riconosciuti dell’industria, Luna Bella e Mia Khalifa, dopo aver lasciato la pornografia amaporn hanno deciso di aprire un centro cristiano in Messico appositamente concepito per coloro che hanno bisogno di un rifugio spirituale dopo aver attraversato problemi come la tossicodipendenza, promiscuità, alcolismo, prostituzione e naturalmente la pornografia.

Si può credere in Dio e guadagnarsi da vivere con la pornografia?

Nell’industria del porno ci sono molti lavoratori che non credono in Dio o sono atei. Sorprendentemente, però, c’è anche un gruppo di star di film per adulti che ammettono di credere in Dio, anche se molti credono che la loro professione vada contro la via cristiana.

Per molti non è necessario andare in chiesa, ma per loro è sufficiente credere in Dio e avere un rapporto con lui senza il peso dell’istituzione.

Ron Jeremy era un attore porno e ha sempre affermato di credere in Dio. Anche se è cresciuto in una famiglia ebrea e celebrava la Pasqua con sua nonna, l’ex attore crede che sia impossibile seguire la Bibbia alla lettera, e che la masturbazione e il porno non debbano assolutamente essere una cosa negativa finché si tratta di due o più adulti che fanno sesso consensuale per il piacere di altri. Da parte sua, Lily LaBeau sostiene di credere negli pornohub spiriti buoni e cattivi, negli angeli e nei demoni, e in Dio come creatore della coscienza universale, ma questo non le impedisce di avere una carriera nella pornografia.

Il prete di Mosta ammette di guardare il porno e di masturbarsi prima di dire che il matrimonio gay in chiesa sarà la fine del mondo

Un prete maltese ben abituato a corteggiare le polemiche si è aperto su come affrontare la sessualità come sacerdote – tra cui la masturbazione e guardare la pornografia – così come quello che vede come il messaggero della fine del mondo.

“Sto per farti una domanda personale, e te la faccio perché mi hai detto che sei a tuo agio a parlarne – ti sei mai masturbato come prete? Ragnar Ciantar ha chiesto a padre David Muscat nello show Il-Podkast di Ciantar su YouTube.

“Sì, sì, certo”, ha risposto Muscat nel suo modo caratteristico. “Ma poi si va a confessare. Ho una guida spirituale, e gli dico: ‘Ho peccato contro il sesto comandamento, contro la natura’. E lui mi dice di dire il rosario”.

Muscat ha proseguito spiegando che “a volte” guarda la pornografia, e ogni tanto bestemmia anche, dando la colpa al modo in cui è stato educato.

“Mi rende triste, però. Il fatto è che ho imparato tutto questo dai każini – mio padre era un barman e anche un marinaio nella Royal Navy”, ha continuato.

Muscat ha spiegato come suo padre aveva preso la proprietà di un bar dopo essere andato in pensione come marinaio, e come spesso rimaneva nel bar, aiutandolo nelle faccende quotidiane.

“E non dicono esattamente il Cantico di Bernadette o il Rosario mentre sono lì”, disse Muscat ridendo. “E tutto questo ti rimane in testa”.

Guarda il momento qui sotto:

@lovinmaltaofficialCome visto sul podcast di Ragnar Ciantar 👀 Pensieri? ##lovinmalta ##fyp ##malta ##fypmalta ##intervista ##podcast ##fr♬ suono originale – Lovin Malta

Tuttavia, Muscat era ben lontano dall’aprirsi sulle sue convinzioni personali.

Gli è stato chiesto del suo legame con il leader dell’Imperium Ewropa (e auto-descritto razzista) Norman Lowell. Muscat ha detto che è stato di stanza come prete a Mġarr per otto anni, e Lowell era parte della sua congregazione lì – e che darebbe ancora il suo voto a Lowell se corresse in un’elezione oggi.

“Ironicamente, anche con tutti i suoi fallimenti, Lowell è ancora più vicino all’ideologia cristiana di quanto lo siano gli altri partiti”, ha detto, dicendo che né le politiche del Partito Laburista né quelle del Partito Nazionalista erano in linea con le aspettative degli “elettori cristiani”, dai matrimoni gay all’aborto.

Sul tema dei matrimoni gay, Muscat ha detto che il giorno in cui i preti confermassero i matrimoni gay all’interno delle mura della chiesa sarebbe la fine del mondo.

“Le questioni finanziarie a Malta sono davvero dove ci allontaniamo di più dal Vangelo”, ha detto in riferimento ai recenti scandali di corruzione sull’isola.

“Qualcosa come il matrimonio omosessuale, posso concederlo in un certo senso, perché è un matrimonio civile – ciò che è importante per me, però, è che dallo zunker della chiesa al sancta sanctorum, non entrino affatto. È questo che mi interessa”.

“Il peggio è se entrano in chiesa e mi impongono che vogliono anche i riti religiosi”, ha continuato Muscat. “E lo faranno accadere il giorno stesso, come sono vendicativi. Finché non entreranno nelle nostre chiese, in piedi sul nostro tappeto rosso, sotto lo sguardo delle nostre statue, non saranno tranquilli. E se entrassero, la fine del mondo sarebbe su di noi.

“Ma tu li cacceresti via?” Chiese Ciantar.

“Di sicuro.” Rispose Muscat. “Anche se dovessi andare in prigione. Dio è al primo posto”.

“Gli arabi dicono ‘Allahu akbar’… Dio è al primo posto… ma purtroppo hanno anche la conclusione sbagliata, perché poi fanno ‘boom'”, ha concluso Muscat con una risata.

Come ha reagito al fatto che padre Muscat si sia aperto sulla sua prospettiva?

La pornostar gay di estrema destra trasformata in “attivista per i diritti degli uomini” ha perso alle elezioni scozzesi

L’ex porno star gay diventata “attivista per i diritti degli uomini” di estrema destra Philipp Tanzer non è riuscito a vincere un seggio alle elezioni scozzesi.

Tanzer è stato un noto attore porno e si è identificato come gay fino all’età di 32 anni – ma poi ha rinunciato alla sua sessualità e ha iniziato a frequentare le donne.

Ora, all’età di 43 anni, Philipp Tanzer ha cercato di vincere un seggio alle elezioni scozzesi per il partito di estrema destra, anti-LGBT+ Scottish Family Party – ma il gruppo politico non è riuscito a vincere un solo seggio.

Tanzer era secondo nella lista regionale del partito per le Highlands e le isole, ma i seggi alla fine sono andati ai rappresentanti dello Scottish National Party, dei conservatori, del Labour e del Green Party.

Lo Scottish Family Party ha ottenuto solo 1.976 voti nel voto della lista regionale per le Highlands e le Isole, rispetto ai 96.433 voti dello Scottish National Party (SNP).

Il partito anti-LGBT+ di Tanzer ha ottenuto più voti nelle Highlands e nelle isole rispetto a diversi gruppi minori – come All for Unity, Reform UK, Restore Scotland e Abolish the Scottish Parliament Party – ma alla fine è finito dietro l’Alba Party di Alex Salmond, che ha ottenuto solo 3.828 voti.

Anche il Partito Alba non è riuscito a vincere alcun seggio nelle elezioni scozzesi.
L’ex porno star gay Philipp Tanzer afferma di non “odiare o mancare di rispetto” alle persone LGBT+

A marzo, Tanzer ha parlato in un livestream YouTube del Partito della Famiglia scozzese, dove ha affermato di non “odiare o mancare di rispetto” alla comunità LGBT+ – nonostante le politiche regressive del suo gruppo politico.

“Sono stato un attore porno gay e conosco le lotte e la confusione della crescita, essendo insicuro della mia sessualità e identità”, ha detto Tanzer.

Ha continuato affermando che sostiene pienamente la posizione del partito sulla “rimozione dell’indottrinamento gay e trans-affermante dalla scuola” e ha detto che il sistema educativo del Regno Unito sta “forzando gli stili di vita LGBT+ e la pornografia sui bambini”.

Altrove nel livestream del partito, Tanzer ha detto che non è “assolutamente” corretto affermare le identità delle persone LGBT+, e ha detto che si è spinto ad uscire con le donne perché sentiva che c’era qualcosa “mancante” nella sua vita.

Sul suo sito web, lo Scottish Family Party sostiene che i bambini dovrebbero essere cresciuti da una “mamma e un papà” in modo che possano avere modelli di ruolo maschile e femminile.

Il partito sostiene anche che il divario salariale di genere esiste solo perché gli uomini “prendono meno pause di carriera” e sono disposti a fare “lavori più pericolosi”.

Inutile dire che il partito si oppone anche alla legislazione sui crimini d’odio ed è contro il divieto della terapia di conversione, ritenendo che le persone LGBT+ dovrebbero essere libere di sottoporsi a questa pratica pseudoscientifica e dannosa.

L’SNP ha perso solo un seggio per una maggioranza complessiva nelle “storiche” elezioni scozzesi

Alla fine, il Partito Nazionale Scozzese (SNP) pro-indipendenza è caduto solo un seggio sotto la maggioranza complessiva nelle elezioni, vincendo 64 seggi. Altrove, i Verdi – che sostengono anche l’indipendenza scozzese – hanno ottenuto otto seggi.

Sabato, la leader del SNP Nicola Sturgeon ha lodato il risultato elettorale come un “risultato storico”.

“L’SNP ha vinto queste elezioni in modo enfatico, il messaggio che abbiamo portato al popolo è stato approvato, e ora ho intenzione di tornare al lavoro per realizzare tutto ciò che abbiamo proposto al popolo scozzese”, ha detto Sturgeon, secondo la Press Association.

La leader del SNP ha precedentemente indicato che vorrebbe tenere un secondo referendum sull’indipendenza scozzese prima della fine del 2023.

Worcester ‘revenge porn’ teenager di nuovo nei guai per l’attacco a suo padre

Un piromane adolescente arrabbiato che ha inviato un video sessuale ‘revenge porn’ per umiliare una giovane donna è di nuovo nei guai per aver preso a pugni e a testate suo padre e aver minacciato di ucciderlo con un coltello.

Oliver Price, che ha anche colpito un uomo con una barra di metallo in un raptus di ubriachezza al Worcester YMCA, doveva essere condannato alla Worcester Crown Court per l’attacco a suo padre.

Tuttavia, il luogo in cui il 19enne si trovava al momento dell’udienza era sconosciuto e il suo rappresentante legale non ha partecipato alla sentenza, portando il procuratore a descrivere Price come “AWOL”.

Una nota fornita da un ufficiale di libertà vigilata in tribunale ha mostrato che Price è stato rilasciato dalla prigione il 5 maggio, ma il procuratore, Olivia Appleby, ha confessato “non so dove sia”.

Da allora è emerso che Price, che era stato in custodia, era stato messo in un ospedale sicuro, motivo per cui non ha partecipato all’udienza di martedì.

Il giudice Nicolas Cartwright è stato costretto a rinviare la sentenza al 25 maggio di quest’anno. Un rapporto psichiatrico era stato ordinato, ma il giudice ha detto di non averne ancora visto uno sul sistema digitale del caso.

Le note dell’avvocato dell’imputato hanno suggerito che c’era stato “un problema con un’applicazione di finanziamento” mentre tentavano di ottenere quella relazione.

Il giudice Cartwright ha detto: “Dovrebbe essere qui – o prodotto se è in custodia. Deve essere condannato per il secondo capo d’accusa, aggressione comune a suo padre, compresi pugni e un colpo alla testa, e per aver preso un coltello da cucina e aver minacciato di pugnalare suo padre e ucciderlo”.

Abbiamo precedentemente riportato come Price di Teesdale Close, Droitwich, abbia inviato il video sessuale agli amici della donna, che hanno scelto di non vederlo, e anche al fratello di lei (anche se è stato cancellato prima che potesse vederlo) nell’ottobre dello scorso anno. Aveva usato il filmato, nelle parole del giudice, “come un’arma” contro di lei.

L’apprendista cuoco ha anche attaccato un uomo con un palo di metallo alla YMCA in Stanley Road a Worcester, prima di lottare con la polizia cittadina, minacciando di colpire alla testa un poliziotto mentre gridava e imprecava.

In un’udienza dello scorso dicembre il giudice James Burbidge QC, il Recorder onorario di Worcester, ha risparmiato al 18enne il carcere a causa dei suoi problemi di salute mentale, descrivendolo come “fragile”, immaturo e “un bambino”. “È emotivamente ritardato. È immaturo. È eccessivamente geloso” ha detto il giudice.

L’anno scorso Price, che si è acceso una sigaretta appena uscito dal tribunale, ha ammesso la divulgazione di un’immagine sessuale per causare disagio, molestie, aggressione con danni fisici reali e rissa.

L’imputato aveva già un’ammonizione giovanile per ABH e quattro reati di aggressione quando aveva 17 anni. Nel maggio 2018 è stato sottoposto a un ordine di rinvio di sei mesi dal tribunale della gioventù per incendio doloso nel settembre 2017.

In un messaggio ha detto: “Tutto quello che mi è rimasto dentro è puro odio”. In un altro messaggio ha scritto: “Spero onestamente che lei stia piangendo i suoi occhi ora”.

Price le disse in un ulteriore messaggio: “Continuerò a rendere la tua vita un inferno finché continuerai a derubarmi – e questa è una promessa”.

Il 9 novembre dell’anno scorso alla YMCA in Stanley Road, Worcester e mentre era in libertà provvisoria per l’altro reato, l’imputato fu descritto mentre scaricava un estintore fuori dalla porta di un residente.

Il residente, che era con il suo amico, era in procinto di trasferirsi in un monolocale.

Il sig. Russell ha detto che Price ha minacciato di battere l’uomo ‘il **** fuori’ se non fosse tornato nella sua stanza.

Entrambi gli uomini sono stati detti essere ‘intimiditi’ da Price che ora stava brandendo una barra di metallo che uno di loro ha cercato di afferrare, causando un taglio alla sua mano.

Price ha poi colpito l’uomo sul lato destro del corpo con la barra di metallo, colpendolo anche in faccia con una gomitata prima che l’imputato continuasse a prenderlo a pugni. La vittima ha subito un labbro sanguinante come risultato.

Un certo numero di agenti di polizia arrivò e Price si era chiuso nella sua stanza e si rifiutò di uscire, gli agenti impiegarono dai 30 ai 40 minuti per convincerlo ad uscire.

Attraverso la finestra un agente ha potuto vedere Price con in mano un tubo di alluminio lungo mezzo metro. Gli agenti armati di taser hanno dovuto intervenire perché Price continuava a gridare minacce.

Price è stato condannato a 12 mesi di prigione sospesi per 18 mesi e anche sottoposto a un ordine di comunità nell’ultima occasione. Come parte di questo gli è stato detto che deve completare 30 giorni di attività di riabilitazione, un libro di lavoro sull’impatto delle vittime, 14 sessioni del pacchetto di risorse “scelte e possibilità” e andare in un centro di assistenza per 36 ore.

Il giudice ha anche emesso un ordine restrittivo che vieta a Price di contattare la vittima del reato di divulgazione sessuale. Questo durerà fino al 9 dicembre 2025.